I friggitelli sono molto diffusi nelle campagne pugliesi e non solo, nel Sud Italia sono tra le verdure più utilizzate in cucina soprattutto durante l’estate, ma a casa mia si fanno già da aprile.
Buoni in padella con un pò di pomodorino danno il loro massimo fritti e con tanto tanto sale sopra.
Ma io ho trovato un modo anzi due per farli buoni come quelli fritti e lo potete fare tutti perchè basta avere o un forno ventilato/statico o la friggitrice ad aria.
In questo articolo vi illustro i due modi per cucinarli calcolando che ho usato circa 500 gr.

Cottura al forno ventilato o statico:

Lavate i friggitelli asciugateli bene e disponeteli sulla teglia uno accanto all’altro. Spennelateli con olio e cuoceteli a 200 gradi per 30 minuti avendo l’accortezza di girarli a metà cottura. I minuti di cottura al massimo possono variare a seconda del tipo o marca del forno ma pressapoco saranno pochi in meno. Sfornate e salate abbondantemente

Cottura nella friggitrice ad aria

Lavate i friggitelli e asciugateli bene. Spennellate con un goccio di olio il cestello della friggitrice ad aria e accendetela a 180 gradi .In una ciotola mescolate i friggitelli con un cucchiaino di olio e poneteli nella friggitrice per 20 minuti e anche qui a metà cottura (10 minuti ) mescolateli.
Ponete in un piatto il contenuto con del sale.

Come vedete i due metodi sono davvero molto simili io li ho provati entrambi e vi assicuro che non sono da meno alla versione originale è chiaro che preferisco quella nella friggitrice ad aria perchè rimangono morbidi dentro e croccanti fuori e soprattutto in pochi minuti riesco a fare un bel piatto.
Se volete aggiungere qualcosa sopra questa fantastica verdura vi consiglio delle scaglie di ricotta marzotica o anche del pomodorino fresco conditi con olio rigorosamente pugliese.